RICORDI DI UN MONDIALE

10 ottobre 2008

PRECISAZIONI

Il signor Giorgi è tornato, questa volta sul mio blog; ha lasciato due commenti nell'ultimo post scritto.
Gli rispondo direttamente e con meno educazione questa volta, dato che la pazienza ha un limite ed io, in questi giorni, ho le palle particolarmente girate per motivi che vi racconterò più avanti.
Signor Giorgi, a parte il fatto che non si capisce un cazzo di quello che scrive perchè la punteggiatura non sa proprio cosa sia, Lei parla di qualcosa che può solo supporre con la sua testa che oserei direi "non preparata" (qui mi sono tenuto.....mi venivano altri aggettivi).
Lei ha capito proprio poco di quello che ho scritto nell'ultimo post.
Non l'ha capito perchè non conosce nulla (anche qui stavo usando un altro termine...forse "un cazzo"?) di fisiologia, di metodologia di allenamento e, soprattutto, di quella che è la mia storia (ma anche quella di Andrea Rigo) di atleta.
Forse, quando parlo di capacità coordinative, di capacità condizionali, di sistemi energetici, di fasi sensibili di sviluppo a lei viene un gran mal di testa (sempre che ce l'abbia....la testa!).
Parla di 10 km, di mezze maratone, di maratone, di mondiali master come se stesse parlando di cose identiche.
E' un dato di fatto o no che Calcaterra ha corso 2h13' otto anni fa? E che da quando corre le ultra non ha mai fatto meglio di 2h18' (a Roma quest'anno)?
Io non ho mai affermato di essere un Ferrari come Calcaterra, ma dal paragonarmi ad una 500 ce ne vuole....Lei allora che cosa è? Una cariola bucata?
Prendendo l'esempio della Ferrari, lei ci andrebbe con una Ferrari nel traffico urbano, dove la velocità media è molto più bassa che non in autostrada? Penso di no perchè di benzina le costerebbe mezzo stipendio.
Forse questa metafora le spiega che ognuno usa i mezzi che ha e gli adatta a seconda della situazione in cui si trova.
La Ferrari va bene per la pista, la 500 ti porta ovunque se ben manutentata.
Mi fa degli esempi di atleti di 45-50 anni che corrono la mezza in 1h09'-1h10'.....E allora? A quanto corrono la maratona? Le fanno? In che tempi? E le 100km?
Quanta gente c'è che corre la mezza maratona in 1h02' e poi, in maratona non riescono a fare meglio di 2h17'? Le faccio anch'io un esempio: Said Boudalia, italiano di orgine marocchine, atleta fenomenale fino al 30° km che poi oltre non è ancora riuscito ad esprimersi al meglio.
Siamo sicuri che, perchè la mezza la corre in o1h02', se si cimentasse in una 100km la correrebbe in 06 ore spaccate? Onestamente non ci credo proprio.
Mi cita un nome che fa la maratona in 2h30' e allora? Bravo lui, io non dico di certo che è un mediocre, lo apprezzo e penso che sia un atleta molto forte.
Ma quest'atleta corre anche le 100 km?
A parte Calcaterra e D'Innocenti, mi fa altri esempi di atleti che corrono la maratona in 2h15' e che fanno anche le 100 km? Di atleti che corrono ora la maratona in 2h15'....non 8 anni fa!
E ripeto, da quando i due atleti romani fanno le 100km, quei tempi non li hanno più fatti.
Non mi dica che la gente non fa le 100 km perchè non ci sono soldi.
La gente non fa nemmeno le maratone dove i soldi ci sono, vedi al Lago di Garda dove sono arrivato 3° (dietro a due keniani) ed ho preso 1.500 euro (uno stipendio).
La gente non fa le 100 perchè sono distruttive, perchè non ne puoi fare una ogni domenica e, per preparle, ci vuole molto tempo, rinunciando anche ad altre gare.
Signor Giorgi, non scuso il suo sfogo perchè è uno sfogo del cazzo (qui l'ho detta!) che non ha nessuna base scientifica dietro, ma solo su supposizioni di uno che di corsa non capisce nulla.
E' lo sfogo del classico tifoso calcistico che dice: il Milan ha perso con il Bologna, il Bologna ha perso con la Fiorentina e quindi la Fiorentina vince con il Milan.....
Magari! Dico io (sono tifoso viola) ma so bene che non è così, che ogni situazione va analizzata e valutata attentamente.
Studi un po' di anni, corra sul serio e poi ne riparliamo!
E, se riscrive, aggiunga qualche virgola e qualche punto tra i suoi pensieri confusi.

52 commenti:

Daniele 91 ha detto...

Bravo Marco,ottima risposta.Spero che tu abbia zittito finalmente questo signore.Premesso che,pur correndo,non è che di fisologia ne capisca tanto,secondo me bisogna considerare la differenza che c'è in termini di distanza tra la maratona e la 100 km.Tra 0 e 42 c'è meno differenza che tra 42 e 100.Questo per dire che sono due gare non paragonabili tra loro(come paragonare una gara di velocità alla maratona stessa).Questo tipo di considerazione l'ho trovata su wikipedia alla voce ''100 km(ultramaratona)''e mi trovo d'accordo con tale affermazione.Volevo chiedere a te che ne capisci veramente:sei d'accordo con questo tipo di affermazione?Secondo te dire che Gebrselassie correrebbe la 100 km in meno di 6 ore equivale a dire che Bolt correrebbe la maratona in 1h50'?Grazie e,a parte tutte le chiacchiere che lasciano sempre un pò il tempo che trovano,in bocca al lupo per la fase finale della tua lunga e accurata preparazione in vista dell'8 Novembre.

Anonimo ha detto...

carissimo ''fenomeno veneto'' la prima volta che ho visitato questo blog mi sembrava il blog di baldini dove si parla di atleta nazionale di 100 km. ecc... ma lo sai che sarete 100 in tutto il mondo a fare quella distanza ecco il perchè emergi anche tu. parlo di 100 ovviamente che hanno tempi diciamo competitivi sotto le 7h 30' non di chi la finisce in 3 giorni certo. riguardo agli allenamenti ed alimentazione invece che esperienze e studi in materia hai fatto. riguardo al fatto che tu ti vanti di allenare la monica carlin penso che tu non abbia alcun merito perchè a parte che gli ultramaratoneti si conoscono ovviamente molto bene e masticano un pochino di allenamento quindi la maggior parte si autogestisce e anche la carlin è atleta che anche prima di farsi allenare da te correva già ad ottimi livelli è come se io allenassi gebre con quel motore non farei certo molta fatica ad allenarlo ma semmai a gestirlo quindi io non ti conosco personalmente ,ma a leggere i tuoi post ti dico che ha ragione ''ti ricordi matteo'' che cachi tanto ma chi sei paul tergat. baci tuo sig. giorgi. ps. voglio venire a tuscania a vederti o devo acquistare il biglietto.

Daniele 91 ha detto...

Sig.Giorgi,ho due cose da dirle:
1)il fatto che la 100 km sia poco praticata secondo me non è una nota di demerito per questa specialità,perchè sono in pochi ad avere le capacità fisiche e mentali per poter correre così a lungo;
2)perchè non prova(ammesso che sia in grado di farlo)a scrivere in modo più decente?Non solo scrive idiozìe ma le scrive anche male.Visto che non apprezza Marco Boffo e l'ultramaratona in generale,perchè continua a frequentare questo blog?Perchè non si leva dai piedi?

Anonimo ha detto...

sono di nuovo il sig. giorgi. Mi pento e mi dolgo dei miei peccati e chiedo scusa a tutti.
Inoltre prometto di registrarmi a Blogger così nessuno potrà scrivere al mio posto.
Vado subito ad allenarmi per i 100cm!

Marco ha detto...

I 100 cm? Cosa sono? La sua altezza sig. Giorgi?
Grazie Daniele per l'appoggio....

monica ha detto...

egregio signor Giorgi,
sono Monica Carlin. Le rispondo senza polemica (perchè la polemica non fa parte di me e non porta a nessun risltato) in quanto mi ha menzionata di persona.

io mi ritengo un'atleta di buon livello, così come lo sono tutti i miei compagni di nazionale (a partire da Marco Boffo, Andrea Rigo, Giorgio Calcaterra, Marco D'Innocenti, Mario Fattore, Paola Sanna, Roberta Monari...solo per fare alcuni nomi).
mi creda che il solo essere chiamati a far parte della nazionale di ultramaratona è un grosso risultato che ci si conquista con la fatica e gli allenamento quotidiani.

tutti noi della nazionale siamo persone che hanno un lavoro (tanto per dirLe io le sto scrivendo dal mio studio), che hanno una grande passione per la corsa e soprattutto una grande motivazione psicologica che ci spinge a fare dei "sacrifici" (ma per noi, mi creda, non sono tali, tanta è la nostra passione per questo sport). senza la testa non si arriva in fondo ad una 100 km; io glielo posso dire che ne ho corso un pochine.

mi reputo fortunata ad essere allenata da una persona preparata e seria quale è Marco Boffo (non è invwece vero il contrario, dato che, glielo posso assicurare, non è affatto semplice allenare una come me sempre piena di impegni).
a seguito dei suoi consigli quest'anno ho migliorato il mio personale in maratona, ho migliorato il primato italiano nella 6 ore e ho corso un buon Passatore (mi creda che non è per vantarmi dei risultati, ma per farle capire l'efficacia dell'allenamento che sto seguendo).

un'ultima cosa. l'esposizione fatta da Marco Boffo spiega in modo perfetto da un punto di vista scientifico e fisiologico, cosa significa preparare una 100 km. credo che lei non abbia letto attentamente quanto scritto: io ne condivido punto per punto e se Lei non ha avuto modo di apprezzare quanto scritto, probabilmente è perchè alle ultramaratona lei è un pochino distante.

solo chi ha corso almeno una volta una 100 km può capire cosa significhi preparare una gara tanto lunga e impegnativa. con questo non voglio affatto dire che chi corre una 100 km è migliore di chi corre un diecimila, una mezza maratona o una maratona...sono competizioni totalmente diverse e ogni e qualsias paragone non regge.
un piccolo esempio: Lei non mi può paragonare il tempo in una maratona corsa fine a se stessa, al tempo di una maratona da noi corsa per allenamento in vista di una 100 km. ancora per farLe capire domenica 28 settembre ho corso la maratona del Garda abbastanza spinta in 2.46; domenica scorsa ho corso la maratona di Pescara in 2.55 nell'ambito di un lungo di 60 km (18 km prima della partenza) chiusi in 4.13 al km di media.
le assicuro che sono stata più soddisfatta del 2.55 a Pescara che dell'altro risultato, proprio perchè la maratona era inserita in un piano di lavoro di chilometraggio ben superiore e che mi ha pienamente soddisfatta e assolutamente utile o per meglio dire necessario in vista dei mondiali...

spero con ciò di essermi spiegata...

Monica Carlin

Simone ha detto...

Sig Giorgi il suo disprezzo personale verso Marco da cosa viene? Se mi posso permettere di chiedere!
Ne vale proprio la pena sparare merda su tutto quelli che corrono la 100km? Credo proprio che se ha un problema con Marco farebbe bene a prendere su il telefono e farci due chiacchiere, non penso che si negherebbe.

Non le basta la bastonata nei denti (parlando di argomenti) appena presa dalla vicecampionessa mondiale della 100km? Oppure vuole insegnare a fare la 100 anche a lei?

Anonimo ha detto...

Sei veramente una persona ed un atleta altamente preparato e professionale. Mi ripeto, che da persone come te ed Andrea c'è solo da imparare....
Ottimo l'esempio di Said. E se il sig. Giorgi non lo conosce, che s'informi, si documenti e ricostruisca la sua storia podistica.
Bravo Marco.
Luigi

Monica ha detto...

parlo da tapasciona della maratona e da chi vede chi fa i 100km come delle persone con due palle pazzesche...che se ce le avessimo tutti questo mondo forse andrebbe meglio.

vorrei solo dire una cosa. il fatto statistico che lei ci presenta emerito sig. giorgi e cioè che solo in 100 AL MONDO riescono ad avere la forza fisica, ma soprattutto psicologica, di correre le 100km in un tempo sotto le 8h non sminuisce questi ragazzi! al contrario, secondo me, li rende ancora più meritevoli di ammirazione, rispetto e appoggio.

la mia ammirazione, il mio rispetto e il mio appoggio va sicuramente a tutti loro (per la verità anche a chi finisce in 3 giorni). a lei non spetta molto altro.

Anonimo ha detto...

sono sempre io. riguardo a lei sig. ra carlin mi permetto di dirle che anche lei eccelle perchè il livello femminile è ancora più basso di quello maschile tanto che a molte gare minori sono più i premi che le atlete. riguardo al sig. boffo ma li leggete i suoi post? dice mi sento fortissimo ho fatto questo ho fatto quello dalle mie parti in umbria tipi così si chiamano sboroni o cagoni scusi il termine non è mio costume esprirmi volgarmente ma questo signore proprietario di questo post se lo cerca. riguardo agli altri atleti debbo dire che prenda esempio da loro che non sono certo dei fanatici ma adorabili atleti con la a maiuscola. fattore persona squisita e atleta grandissimo fino a qualche tempo fa NON LONTANO COMUNQUE COSì COME IL MITICO ARDEMAGNI RISERVATO E GRANDE POI GLI ATTUALI D'INNOCENTI E CALCATERRA PER CITARE SOLO QUELLI CON CUI HO SCAMBIATO QUALCHE BATTUTA MI PERMETTO DI DIRLE FACCIA UN BAGNO DI UMILTà E TORNI SULLA TERRA PER FAVORE. PS. SIG. BOFFO COMUNQUE LA PREGO DI CONTINUARE COSì IN MODO CHE SE UNO è GIù DI MORALE ACCENDE IL PC. VA SUL SUO BLOG E SI FA 4 RISATE LEGGENDO LE CAZZATE CHE SCRIVE E TORNA IL BUON UMORE. SALUTI E BUONA DOMENICA. G.M.

Marco ha detto...

Sig.Giorgi, è l'ultimo commento/ post che scrivo in suo "onore" perchè penso di aver già perso anche troppo tempo con Lei, tempo che non si merita in quanto dimostra di essere persona altamente poco "preparata" culturalmente, sportivamente e umanamente!
Una precisazione: dalle sue parti? Ma lo sa che io sono per 50% umbro come Lei? Mia madre è di Orvieto (30' di auto da dove sta Lei) e lì ho tutti i miei parenti di parte materna....quindi il fenomeno "veneto" come mi ha definito è un fenomeno anche "umbro", non ne è orgoglioso? Un suo conterraneo in una rappresentativa nazionale? Dovrebbe esserne fiero! Quanti atleti umbri ci sono in nazionale di ultramaratona? Uno solo....Io! E di maratona? Nemmeno quello!
Seconda precisazione: che domenica triste deve avere avuto per venire all'ora di pranzo a visitare il mio blog, e lasciare un commento così cattivo anche nei confronti di Monica, atleta da 2h44' in maratona (su per giù il 15° in Italia, questo dato Le interessa?) e vicempionessa del mondo sui 100 km (anche se questo risultato non è rilevante vero?).
Peccato che per un 2° posto al mondiale, nel 2006, Monica sia stata premiata anche dalla Fidal alla pari di altri atleti come Baldini che quell'anno vinsero l'europeo a Gooteborg.
Capisce? Monica, in quell'occasione, è stata paragonata come importanza a Stefano Baldini, non a qualcuno dei nomi di ammirevoli atleti umbri che Lei ha precedentemente citato e che, secondo Lei, valgono molto più di noi.
Dice che la faccio ridere? Allora è proprio "stolto"! Uno che ride quando si parla di fisiologia, di metodologia di allenamento o di gare podistiche deve sicuramente avere qualche neurone in testa che non fa sinapsi con quello vicino...provi a ridere ora se ha capito quello che ho scritto!
Se poi uno ride quando vede che il 99% delle persone che entrano qui, a loro volta, la definiscono o la giudicano, più o meno, come faccio io, allora, questa persona deve essere anche un po' autolesionistica oltrechè stolta!
E comunque, nel mio blog ci è entrato, non di certo perchè l'ho invitato! Se ci è entrato, è perchè forse di me ha sentito parlare da qualcuno (male o bene non importa) e questo l'ha incuriosito.....Io di Lei non ho mai sentito parlare nel mondo podistico, la differenza sta tutta qui!
Scusi l'arroganza, ma Lei merita di essere trattato solo così...e ora rida se Le va!
Ovviamente non le auguro una splendida serata.

Marco ha detto...

Ciao Simone,
grazie per il tuo intervento! Come promesso non parlo più di quel signore....ti ringranzio comunque per aver voluto difendere la causa dell'ultramaratona.
A presto.

Marco ha detto...

Ciao Luigi,
ringrazio anche te per i complimenti....soprattutto per quello che riguardano la mia preparazione! Devo ancora studiare tanto ma la voglia di saperne sempre di più e la passione per questo sport, spero mi portino ad ampliare ancora le mie conoscenze in materia
A presto.

Marco ha detto...

Grazie Monica,
anche il tuo intervento è stato importante per me! Sapere che ci sono persone che apprezzano i nostri sacrifici e i nostri risultati è uno stimolo in più per continuare.
Grazie di nuovo e a presto.

Marco ha detto...

Grazie Monica (Carlin....)
grazie per i tuoi apprezzamenti e per aver provato a spiegare cosa vuol dire correre e prepararsi per una 100 km!
I tuoi interventi sono utilissimi anche perchè sei apprezzata da tutti, come atleta ma soprattutto come persona.
Grazie!

Anonimo ha detto...

no comment. cambio regione mi trasferisco in toscana.

giovanni56 ha detto...

ciao,
volevo anch'io inserire un commento,
però proprio oggi ho preferito dedicarvi un post intero
http://giovanni56.blogspot.com

runners per caso ha detto...

madonna mia! capito su questo bellissimo blog e scopro che è di Marco Boffo, che è..beh chi è credo lo sappiano anche i muri cinesi..e scopro un gran testa di ...ke rompe ah no! ho sbagliato non rompe è venuto a fare i suoi bisognini qui, ho lettoquasi tutto eprche' sinceramente mi veniva da vom..ehm..per quel che scrive tale personaggio che si firma.. e chi ce la dice di chi è sta' firma? potrebbe essere pincpallo qualsiasi...
non c'e' bisogno di scomodare uno psicolgo e/o psicanalista per capire che trattasi di uomo (uomo?)
frustrato e frustrante.
Amo definirmi persona "ignorante" e come diceva Socrate, io so di non sapere, ma difronte a certe frasi a certi pensieri, posso solo dire po'erino ...non solo non sa quello che dice, ma io stessa che non so niente mi definisco un Nobel al suo cospetto.
Io sono come Monica e oncordo con essa e con tutti gli altri, io sono stata uan tapascia delle maratone e ancor piu' delle mie ultramaratone, ovvero faccio della categoria di chi le finisce in tre giorni infatti delle mie ultra ho fatto quelle ad ore perche' altrimenti la 100km l'avrei finita non in tre ma in 4 gg.
E allora? ma chi sei uno statistico ? ne dubito fortemente altrimenti non direbbe le emerite casss......che ivi si possono leggere.
non merita niente perche' chi non rispetta gli altri, non rispetta neanche se stessi ed io personalmente non ho intenzione di mettermi a discutere con uno della sua levatura e spessore esattamente meno di una carta velina.
Non ha rispetto qui per nessuno, ne' per Marco, ne' per Monica (la Carlin) ..ma solo una forte presunzione di chi da fiato alle trombe senza conoscere neanche la chiave di violino..o di basso..giusto per capirsi.
Concludo e mi scuso con Marco,ma non riuscivo a stare zitta dopo aver letto e venuto il mal di stomaco, di lasciar perdere la toscana, ne abbiamo gia' due di statistici in Toscana e sono persone eccezionali ed in gamba.

ciao Marco e ciao atutti gli altri abitanti e visitatori di questo bellissimo blog
un caro saluto
Denise

Anonimo ha detto...

ultimo commento. caro boffo tu di umbro non hai nemmeno i calzini. in 2- in umbria ci sono validissimi atleti di molte discipline anche la corsa e di tutte le età. 3- come già detto in passato tu seio in nazionale di 100 km. solo perchè hai molto tempo libero fai un lavoro che più di un lavoro è un gioco ps. sai quanti atleti amatoriali potrebbero fare meglio di te ma causa lavori pesanti tempo a disposizione e quant'altro non possono? 4- i tempi che fai tu li fanno tantissimi ma non si dedicano alla specialità che pratichi tu per i motivi già detti se non credi dimmi il tuo miglior tempo sulla mezzamaratona che è distanza molto frequentata e confrontalo con gli altri e vedi in che ''posizione'' ti collochi nel raking.5- non dirmi che i tuoi allenamenti sono finalizzati alle ultra perchè se eri un campione come credi tu almeno in maratona ottenevi tempi migliori di 7-8 minuti vedi il caso che i migliori ultra del passato hanno avuto tempi in maratona intorno alle 2h 20' non eccezionali ma buoni direi mentre tu hai ottenuto 2h 28' a treviso maratona velocissima che vale un 2h 30' -31' su altre maratone questo vale anche per rigo 2h 33' a berlino equivale a un 2h 35' di quasi tutte le altre maratone pianeggianti. 6- quando uno prepara la maratona di solito è vero che perde brillantezza ma migliora in genere tutti i personali dalla mezza in su anche nei 10.000 poi tu hai anche l'età dalla tua sei giovane quindi consegui tempi non ottimi ma nella media. 7- non guardare attualmente in umbria e precisamente a narni provincia di terni abbiamo avuto intorno agli anni 80 un ultramaratoneta che vinse 2 passatori aveva un personale intorno alle 6h 40' grossomodo e si chiamava e si chiama tuttora perchè vivo e vegeto fausto coletti si preparava correndo e basta mangiando a cavolo e lavorava in una cartiera facendo i tre turni non in palestra guardando i sederi delle ragazze anzi scusa tu come sei inquadrato neanche quelli guardi. ciao g.m

Marco ha detto...

Ciao Denise,
grazie per le visite al mio blog.
Mi fa piacere avere un'altra "sostenitrice".
Grazie ancora e continua a visitarmi.
Ciao

Anonimo ha detto...

Mi dissocio dai commenti di Giorgi ma penso che tutti condividano il fatto che un lavoro pesante condizioni nettamente la preparazione di un atleta e di conseguenza anche i risultati.
Io lavoro sui tre turni 9 ore al giorno in fabbrica e pur avendo una grande passione per la corsa non riesco ad allenarmi regolarmente e specialmente quando faccio la notte 22-06.
Comunque credo che Marco Boffo sia un atleta di altissimo livello.
Ciao
Roberto da Trieste

Anonimo ha detto...

Cazzo Giorgi ma deve aver avuto proprio un infanzia difficile, ma da dove viene tutta questa rabbia, si confidi, magari aprendosi via etere con noi, oramai suoi amici, può sbloccarsi e magari comincia anche a credere che Babbo Natale esiste... dai su si confidi, lo ha fatto anche.
Curiosità:
Ma da voi che lavorate così tanto esiste il pizzo?
Grazie di esistere Paolo

Matteo ha detto...

Eccomi di nuovo qui a scrivere!non ti illudere che frequenti il tuo blog assiduamente, ma mi è stato riferito che "continui a farla fuori dal vasino" e che qualcuno mi aveva nominato in un commento.Bhè, dopo settimane di assenza e di disintocazione dalle tue sparate mi sono trovato costretto a leggere ciò che scrivi...mi rincuora molto vedere che non sono l'unico a pensare certe cose su di te:questo non ti fa riflettere?
voglio dirti solo una cosa:ma come ti permetti di scrivere certe cose, con un linguaggio così volgare?Devi solo vergognarti, nessuno si è mai rivolto a te con tali termini sul tuo blog.Hai dimostrato ancora una volta che persona sei.
Sei pieno di te, pensi di avere la verità in mano, sai tutto te, ti celi dietro una terminologia tecnica che pensi faccia accrescere il tuo valore di professionista,ma ancora una volta ti dico:per fortuna non è così.per fortuna l'atletica non è solo fisiologia e metodologia.L'atletica è passione, umiltà e soprattutto semplicità.Tutti fattori che a te mancano.Sì, ora mi dirai che tu la passione ce l'hai, ma non puoi certo definirti umile e semplice.Citi sempre Calcaterra e D'Innocenti, senza di loro non sai dare sostanza ai tuoi commenti;è evidente la competizione che nutri nei loro confronti e, sai, in cuor tuo di essere inferiore a loro, ma non lo accetti perchè sei troppo pieno di te(dici che avresti potuto fare 2h18' se avessi cominciato a correre prima...bhè le cose prima si fanno e poi si dicono!).Già ti ho detto una volta che loro sono atleti di livello A(non di serie A) e tu e gli altri(fatte alcune debite eccezioni) siete di livello B.Questo lo devi accettare, siamo in molti a pensarlo.Vox populi...
Sei ridicolo!Attacchi il sig.Giorgi sul suo modo di scrivere perchè non hai altri argomenti,perchè sai che ha toccato un tasto dolente ovvero dirti che ci sono i grandi atleti e poi ci sei tu.
Non ti si regge più!Datti una regolata,fatti un bagno di umiltà perchè non sei NESSUNO!Nè come atleta nè come allenatore.NON SEI NESSUNO!siamo in tanti a pensarlo!Sei solo un esaltato!
A tarquinia spero davvero che tu non faccia ciò che ti auguri altrimenti poi chi ti regge?Già immagino quello che scriveresti sul tuo blog:sono il più forte, ho vinto io grazie alla fisiologia che ho studiato, sono un grande atleta e un grande allenatore.Spero vivamente che ciò non avvenga mai!L'importante è che arrivi dietro a Giorgio e a Marco.Sempre che tu decida di correre pulito...sai che si dice di lavora in palestra,vero?Tu addirittura GESTISCI un centro fitness...è una provocazione,ma, occhio che per quello che scrivi sembri proprio fuori di testa, sotto l'effetto di qualcosa...
Ah, a Tarquinia saremo in tanti a tifare contro Boffo e...attenzione a quello che prendi ai ristori!:-)
Ringrazio il sig.Giorgi per quello che scrive e per la condivisione di vedute, non lo conosco,ma spero che Traquinia sia l'occasione per conoscerci e magari alzare qualche coro insieme contro "il fenomeno veneto-umbro!
Forza Giorgio e Marco voi siete i migliori.
PS:hai rosicato che Giorgio alla fine ha deciso di partecipare,eh?Il tuo nome sarà ancora più offuscato dal suo...Pensavi già di aver eliminato un avversario...sì proprio così,perchè tu non correrai contro i giapponesi o i francesi, ma contro Giorgio e Marco.Questa è squadra?Potrai dire che non è così, ma non ti crederemo, perchè traspare quanto tu soffra di non essere considerato quanto loro.

Marco ha detto...

Ciao Roberto,
sono d'accordo con te e su chi sostiene che allenarsi facendo un lavoro duro, sia da un punto di vista fisico che mentale, e magari condizionato da orari con turni anche di notte, sia estremamente difficile.
Il fisico, non lo dico io ma i medici, ha bisogno anche di riposo e di ritmi di sonno-veglia ordinati.
Se questo non accade per orari lavorativi "disordinati", è naturale che le prestazioni che un organismo può dare vengano "debilitate".
Ho fatto, per un paio di anni, le notti anch'io quando studiavo all'Isef, facevo il portiere d'albergo...all'epoca (98-99)giocavo ancora a tennis; quando al pomeriggio mi allenavo, di palline ne vedevo tre invece che una.
Onore quindi a chi riesce a fare grosse performance sportive nonostante un lavoro condizionato da turni impegnativi...notti comprese.
A presto.

Anonimo ha detto...

finalmente. non aggiungo altro matteo ha esternato perfettamente anche il mio punto di vista bravo. aggiungo solo che chissà che incazztura quando hai saputo che giorgio avrebbe corso riguardo che a marzo sei arrivato circa 1' davanti a marco alla strasimeno posso assicurarti che a tarquinia sarà altra storia. forza marco forza giorgio w il lazio -regione- w l'umbria e gli umbri tranne uno al 50%. ciao matteo e salve anche a te sborone.g.m

monica ha detto...

premesso che non mi piacciono per nulla le polemiche (l'ho già detto, ma non ho paura a ripetermi) e nonostante mi fossi ripromessa di non intervenire più sull'argomento, mi trovo costretta a farlo perchè viene ad essere ridicolizzato tutto il movimento dell'ultramaratona.

mi sia concessa una semplice domanda: ma questi interventi che scopo hanno? perchè tanta cattiveria e arroganza? a che fine?

scusate, ma non riesco proprio a capirlo.

in ogni caso una cosa è certa: con queste polemiche sterili mancate di RISPETTO a tutta la nazionale di ultramaratona, oltre che a tutti gli ultramaratoneti...

sono convinta che anche Giorgio Calcaterra e Marco D'Innocenti, che ho il piacere di conoscere per bene e che stimo, si dissociano fermamente da quanto scrivete.
sì esatto, perchè conquanto scrivete mancate di rispetto anche a loro.

lasciate perdere questi discorsi da bar che non portano da nessuna parte.
ora abbiamo bisogno di concentrarci al massimo sull'allenamento per correre un mondiale al top e dimostrare (se ve ne fosse bisogno) che siamo una squadra forte ed unita...

Monica Carlin

Anonimo ha detto...

Meno male che c'è qualcuno che fa mangiare merda a quell'esaltato di Boffo!
Ridicolo!!!!
Rosichi e basta e stai attento che non ti crede nessuno quando dici che 6 pulito, caro il mio gestore di palestra???
Ma tu e la Carlin vi volete mettere in testa che è meglio correre più forte distanze dai 10.000 alla maratona piuttosto che le 100???
La Carlin ha 2h44' in maratona???
Sti cazzi....beccherebbe solo 15' da chi (Come ad esempio la Iozzia o la Mancini) non è certo nell'elite mondiale!!!!
E poi parli di fisiologia e tecnica, etc...
Hai provato a dare un'occhiata alla Carlin e alla sua tecnica di corsa???
Pare una papera!!!!!!
Ahahahahahahhahahahhaha

Anonimo ha detto...

La Iozzia e la Mancini 2.29??????? cavolo brave; ma quando l'hanno fatto questo tempo, domenica scorsa o la prossima?????????
forse sarebbe meglio documentarsi prima di scrivere...

monica ha detto...

oh cosa leggo!!!
grazie per la papera, anonimo, la trovo un animale davvero simpatico!! :-)))

Running e Pensieri ha detto...

Bè mancava il commento dell'uomo
più polemico..del mondo, io Luca Panichi. Sinceramente non potevo non intervenire dopo tante eppoi tante kazzate scritte dal Signor. Giorgi. La chiamo Giorgi perchè lei
non è certamente un signore; le faccio una domanda: ma lei conosce
Marco Boffo? Giudica parla ma sopratutto sparla...ma non credo che conosca la persona e sopratutto in quello che scrive non vedo la sua competenza in materia. Ho avuto il grande piacere di conoscere Marco nel 2007
esattamente a Sommacampagna, mi colpi subito la sua riservatezza, ma sopratutto la sua competenza in materia di allenamento. Mi ha colpito..diciamo un colpo di fulmine, per quanto riguarda le metodiche di allenamento, ma sopratutto anche di preparazione fisica e alimentare per le ultra.
Giorgi parla di un movimento che sono le Ultra di tutto rispetto, movimento che merita assoluto rispetto e considerando anche la qualità Italiana nel nostro settore. Chi scrive è un tipo che può dire di avere corso forte, anzi diciamo fortino, sopratutto in pista mezza maratona e due maratone all'attivo. I miei personali? 29.50 10000 metri 14.21 5000 metri 3.54 1500 3000 8.21
1.06 sulla mezza e 2.24"10 sulla maratona. Quindi Giorgi...mi posso permettere di parlare e dire che in materia ci capisco più di lei.
Provo forte ammiarazione per Marco per tutto il movimento delle Ultra..perchè adesso sono fermo e trà poco dovrò operarmi al tendine del ginocchio...e quindi dopo dovrò accontentarmi di qualche garetta...corta 10 km scarsi, ma riesco a divertirmi..e provo anche un pò di invidia per questi grandi atleti, che corrono per tanti kilometri...cosa che i miei tendini
già logori non sopporterebbero. Marco è un'atleta che programma la sua stagione, come le gare e questo è un grandissimo pregio e qualità, cosa che molti non hanno.
Nel suo discorso cita pure la bravissima Monica Carlin. Bè...sorrido nel dire che Monica a più palle di lei...E' una persona che prima vince le gare con la testa eppoi si allena. Monica ha un grandissimo motore e qualità tecniche eccezionali, che la renderebbero grande non solo nelle ultra..insomma una macchina perfetta, che sotto la guida tecnica di Marco...è una delle più
forti ultramaratonete del mondo.
Giorgi...la saluto e le consiglio
di farsi una bella doccia fredda..almeno le kazzate che dice scivolano via.

runners per caso ha detto...

SCUSATE POSSO ESSERE POCO FEMMINILE E MOLTO VOLGARE?

CHE PALLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

è mezz'ora che leggo leggo leggo..cercando di trovare il bandolo della matassa di trovarci un filo logico negli interventi

allora ora mi rivolgo a Marco..essendo titolare di un sito blog di un forum e avendo dato mezzi suggerimenti a destra e a manca e grazie ai quali molti amici si sono aperti blog eprsonali ecc.ec.ecc. che senno' agli occhi del tale Giorgi e quella'ltro sembra la vanitosa del villaggio..dicevo
Marco permettimi di dirti
io sono passata prima di te si certe buffonaggini sul mio blog e lasciavo i commenti anonimi per far in modo che si sfogassero tanto io sapevo da dove proveniva lo sfogo..
ora ti domando: è il caso che tu continui con qeusti lacchezzi o chiudi gli interventi anonimi e lasci che gli itnerventi siano di gente registrata o su blogger o altro openid ecc. come si evidenzia qui sotto quando si vuol scrivere..
poi diciamo anzi facciamo cosi, tutto sommato consoco bene (diciamo cosi Carlin non conosco bene Boffo e altri anzi Andrea che mi ha scritto poi mi ha detto coem non ti ricordi di me.. ecco appunto..allora

arrivo al dunque : intanto signor Giorgi qui di Papera ufficiale ci sono solo io e chi si azzarda a togliermi sto' nomignolo guai
poi mah sa che le dico?
mi piacerebbe tanto e non solo a me correre piu' di una papara..pure coem na' scimmia e fare non solo la maraotna in 2:44 ma vincere tutte ultra in Italia o quasi che poi c'e' la Casiraghi ecc. insomma che c'entra?
eddai
scusa saranno anche dei montati di capa sti ragazzi tipo Boffo Rigo la CARLIN

ma scusi la domanda mi sorge spontanea:
MA A LEI DI FARE TUTTE QUESTE CONTESTAZIONI LEI E QUELL'ALTRO, PER GIUNTA CON UNA MASCHERA DA FIRMA G.M. CHE SCUSI CHE VOR DI? DETTO ALLA LIVORNESE....
DICEVO A LEI CHE KAKKIO GLIENE FREGA DELLA MONTATURA DI CAPA DI QUESTI RAGAZZI?

se poi volgiamo discutere che tutti loro e non solo loro devono anche prendere esempio dai ragazzi della 24 ore ragazzi amici che si aiutano a vicenda e si vuol portarli ad esempio anche per il mondo della cento km dove spesso finora è prevalsa l'individualità e individualismo, non solo ma ci deve stare altriemnti non si va da nessuna parte..mi spiego: lei ha mai corso? beh io nella mia vita di tapascia quando correvo senza cattiveria chiudevo gli occhi se negli ultimi 500 metri li facevo d'un fiato cercando di prednere chi era davanti a me..

cosa voglio dirle sig. Giorgi
se davvero vuol dare lezione di amicizia e solidarietà a questi ragazzi che secondo lei sono troppo individualisti, che non sanno sono montati ecc.
allora ascolti
CAMBI METODO... SE SI PRESENTA E SI SIEDE AD UN TAVOLINO, OFFRE PURE DA BERE, PRENDE PER MANO STI RAGAZZI E GLI DICE:
RAGAZZI AL MONDIALE DI TARQUINIA CERCATE OLTRE CHE LA GLORIA PERSONALE ANCHE L'AMORE DI SUQADRA E L'AMICIZIA E IL SOTEGNO FRA VOI..

IO CREDO CHE PAROLE COSI DIFFICILMENTE CADRANNO NEL VUOTO

e con questo chiudo

AUGURO A TUTTI VOI, MARCO MONICA E TUTTI I LORO AMICI
BUONA GIORNATA

DENISE

runners per caso ha detto...

ps. prima che qualcuno si stracci le vesti..vorrei portare a consocenza che ho dei problemini di vista quindi mi scuso per gli errori di digitazione e altro e poi sono quasi le 4 ..coem diceva Forrest Gumb..sono un po' stanchina
arisaluti a tutti gli amici qui

Anonimo ha detto...

C'è qualcuno che si diverte a fare il furbo e fare il saccente.
D'accordo, se vogliamo proprio essere puntigliosi ecco che la Mancini ha un PB di 2h32' e la Iozzia di 2h34'.
Non sarà 2h29', d'accordo, ma mi sembra che non sia manco lontanamente paragonabile a 2h44', o no????
O magari invece sì perchè trattasi della Carlin?

Per monica: ti piace la papera? Che ti devo dire?? D'altronde hai un tecnico superpreparato che avrà valutato che corri talmente bene che non hai bisogno di correggere la tua tecnica di corsa!

Anonimo ha detto...

Allora carissimo Marco Boffo, intervengo ora perchè sono rimasto senza PC e quindi mi scuso per il ritardo con il quale replico al tuo post.
Innanzitutto ti invito a rileggere il mio intervento sul blog di Rigo e ti prego di trovare un tratto in cui ho generalizzato sul doping a livello di atleti che corrono maratone ed ultra tutte le domeniche.
Secondo: ma chi 6?Chi credi di essere e chi ti conosce?
Ho solo espresso un parere sul blog di una persona che corre e mi sono sentito di esprimere un giudizio in base alla mia esperienza di runner non certo di alto livello (ho 34' sui 10.000, 1h14' sulla mezza e 2h41' in maratona).
Terzo: ma che credi? Che io voglia e non ce la faccia? Sei bravo tu invece ad esprimere giudizi su chi non conosci e chi, come il sottoscritto, si fa dei culi atomici per poter ritagliarsi spazio per correre e in questo mi sa che non siamo molto diversi. Anzi, credo che il tuo lavoro (beato te!!!) ti consenta di gestire molto meglio il tempo a disposizione.
Ma magari mi sbaglio (non credo però leggendo ciò che hai scritto).
Hai parlato come se fossi il Messia con uno che non ha mai corso.
Stai tranquillo che corro e faccio attorno ai 120 km settimanali e quindi so un pochettino cosa vuol dire allenarsi per raggiungere un obiettivo!
Parli di adattamento fisiologico a km e ritmi: d'accordissimo ma non sparare cazzate quando dici che uno così poi evita gli infortuni...
Quando leggo che Rigo fa quei km e non ha mai nulla, be', mi viene molto da pensare..
Tutti (e dico tutti, compresi i professionisti) soffrono di tendiniti, dolori muscolari, etc.., forse solo voi, razza eccelsa che corrono le 100 km, siete dotati di superpoteri contro gli infortuni!
Ma va'! Evita di dire cazzate e parliamo di cose serie almeno...
Dici poi che è normale fare il PB (2h33') e poi a distanza di 7 giorni fare 5' in più (2h38') e che questo è normalissimo perchè 5 minuti sono un'enormità!!
Ma cosa stai dicendo?
Potrebbe anche essere che uno fa 2h33' e corre abbastanza in scioltezza 2h38' (anche se ci credo poco perchè la differenza è di soli 6" al km), ma NON IN SOLI 7 GIORNI! Che recupero è? Quello di Armstrong al Tour de France forse?
Io poi non ho mai affermato (a differenza di quel fenomeno di Giorgi) che i vostri sono livelli medi o scarsi, anzi, ci mancherebbe.....
Mi sorgono solo dubbi circa recuperi e risultati, tutto qua.
E poi guarda che non vi invidio certo per fare le 100 km o correre al campionato del mondo delle 100.
Mai nemmeno pensato di correrle perchè credo che la soddisfazione sia da ricercarsi nella qualità dei risultati più che nella quantità.
Caro Boffo ti faccio una domanda finale: credi che sia meglio (o più importante e/o soddisfacente) fare 29'/30' su un 10.000 oppure correre sotto le 7h una 100 km???
Rispondi (seriamente e senza dire cazzate) e poi vedi chi ha ragione, Mr. Sapientone!
Ciao,
il tuo caro amico Mzungu.

Simone ha detto...

quando Mgunzu scrivi:

"Quando leggo che Rigo fa quei km e non ha mai nulla, be', mi viene molto da pensare.."

vorremmo sapere cosa pensi.

A quanto pare a te non interessa la 100, e ovviamente ognuno fa le sue scelte, ci mancherebbe altro, ma se Rigo facendo una preparazione da 100, con 120-160km a settimana costantemente, riesce a correre solo 5' piú lento a 7 giorni dalla maratona precedente, come fai a dire che non é possibile!

Calcaterra nel 2000 ha corso 16 maratone sotto le 2h20! Di questo che cosa pensi?

nessuno vuole essere naif e non pensare mai male, ma c'é situazione e situazione. Armstrong che vince per 7 anni la gara piu dura del suo sport in mezzo a maree di dopati fa pensare male, ma in questo casi mi pare molto ingrato e ingiustificato lanciare pensieri del genere. no?

Anonimo ha detto...

Allora, ti spiego perchè non è possibile: sarebbe come dire che Gebre a distanza di 7 giorni dal record del mondo di Berlino (dove ha espresso il 100% del proprio potenziale come Rigo sempre a Berlino) dove ha corso in 2h03'59", di correre (ripeto: a 7 giorni) in 2h8' circa.
E parliamo di una atleta che, con tutto il rispetto, ha metodologie di allenamento al limite della perfezione.
Dimmi, quindi, secondo te ce la farebbe???
Se dici di sì mi spiace ma mi sa che devi parlare di altro (non di politica magari)...
Ciao,
Mzungu.
P.S. Quando dico che mi viene da pensare dico che sebbene uno sia molto allenato e con molti km non è possibile recuperare in così breve tempo e non infortunarsi mai e dico MAI!!!
Se no Baldini, Gebre, Tergat dovrebbero essere fatti d'acciaio, no?

Anonimo ha detto...

per Mzungu: scusa ma non siamo dei ritardati mentali!
non c'è bisogno di scrivere uno stesso post tre volte in posti diversi!!!

Anonimo ha detto...

per Mzungu: scusa ma non siamo dei ritardati mentali!
non c'è bisogno di scrivere uno stesso post tre volte in posti diversi!!!

Anonimo ha detto...

per anonimo: repetita iuvant (diceva qualcuno)!
E comunque tu cosa hai capito di quel che ho detto?
Cosa ne pensi?

Simone ha detto...

Mgunzu, alcuni conti li fai male!
Primo Rigo che fa 2h33' non lima il suo potenzianle come Gebre che fa 2h03'59"! Lo dimostrano il fatto che Rigo non si sta preparando al max per la maratona ma per la 100 (e la cosa cambia parecchio). Quindi rigo magari ha fatto il massimo per quella giornata ma e' molto diverso dall'avere dato il massimo in maratona.

Secondo Rigo ha iniziato a correre 3-4 anni fa, il che vuol dire che ha, infortuni parlando, un fisico quasi "vergine"! Se corresse cosi per altri 10 anni senza battere ciglio i tuoi dubbi sarebbero piu fondati, anche se non certi.

Infine, non siamo tutti uguali, quindi le tue idee potrebbero non applicarsi a rigo. Ci sono fior di top runner che corrono 250-300km a settimana costantemente, ed hanno fatto carriere non caratterizzate da continui infortuni. E sicuramente in maratona limavano il loro potenziale piu di Rigo.

ognuno e' diverso. Un tizio, guinness dei primati ha fatto 19060km in 9mesi, correndo tutti i giorni per una media di 73km al giorno.

ps: per la nota sulla politica cosa vuoi che ti commenti, se come mi hai lasciato pensare sul mio blog sei contento di avere tale S.B. come presidente del consiglio, evidentemente sei contento e forse meriti di vivere in un paese che sta sempre piu' nella merda come l'Italia! In bocca al lupo, tu che ti politica ne capisci troverai le soluzioni.

Simone ha detto...

ps: A Gebrasalassie non riuscirebbe una seconda maratona in 7 giorni a 2h08'? Chi lo sa, tu a quanto pare hai certezze come se piovesse. A lui non interessa provarlo, perche' corre per altri obiettivi, piu staccati nel tempo. Metti insieme 1milione di Euro e chiedigli di correre 1 maratona a Berlino in 2h04-2h05 e poi dopo 7 giorni in 2h08 ... sei pronto a rischiare 1milione di euro? Io no

Anonimo ha detto...

Intervengo subito sull'ultima frase che hai scritto: io ho certezze come se piovesse?
Mah, ho imparato a dire quel che penso al contrario di chi, come voi, si spreca in elogi a cani e porci (leggasi "paraculismo"), facendo così in modo di non prendersi critiche. Ma prendetevi un minimo di responsabilità ogni tanto!
Meglio dire in faccia alla gente ciò che si pensa. A te ad esempio ho detto (senza mezzi termini) che se pensi di poter correre una maratona in 2h36' ti sbagli di grosso e per ora i fatti non mi hanno smentito, anzi....
In più ti ho detto ciò che penso di te: prima dimagrisci e poi corri!
Dici poi che Rigo ha un fisico "vergine", cioè che è solo 3 anni che corre e quindi è normale o logico che non si infortuni. Ma KE KAZZO DICI?????
Mi hai davvero stancato: qui scusa ma dimostri di non aver mai corso.
Ti ricordi la prima volta che hai corso per caso?
E poi i primi allenamentio e il primo anno?
Io sì e faccio pure il paragone con altri che corrono da 1 anno: TUTTI (e dico TUTTI) hanno avuto infortuni più o meno seri.
Questo perchè il fisico passa da uno stato di "fermo" ad uno stato di perenne movimento. E anche volendo gradualmente aumentare i km tutti hanno avuto da tendiniti a dolori muscolari ad altro....
Poi mi dici che Rigo non ha espresso appieno il suo potenziale (lui evidentemente non è d'accordo con te dato che ha scritto che ha corso al 100% a Berlino) perchè sta preparando la 100 km.
Ma allora perchè non prepara seriamente una 42 e fa un tempo sotto le 2h30' (se lo vale)?
Sai, ci sono molti che come te, sono bravi a parlare, ma meno a fare fatti: PER ME VALE SEMPRE PRIMA CORRO UN TEMPO, POI LO VALGO!
Ciao,
Mzungu.
P.S. Vedo che continui reiteratamente a sparare merda su S.B. come lo chiami tu. Io non ho mai detto che è il migliore, ma certo che è la meno peggio tra le soluzioni anarchiche che proponi tu.Se penso che il tuo idolo è Grillo, guarda meglio che non commento! Lottatore di Sumo!

Anonimo ha detto...

Scusa Simone,
ma parli pure di infortuni, etc.., etc...
Ma parli proprio tu che stai correndo da 2 mesi (mi pare) con una tendinite dell'achilleo?
Ti han parlato per caso di tendinosi?
No, va be', ma è normale che uno con la tendinite continui a correre!
Vai pure, fai anche te le tue 10 maratone all'anno, vai a NY e poi a Reggio e poi tra 2 anni magari zoppichi quando cammini!!!
E poi pontifichi pure!

Simone ha detto...

Mgunzu guarda, evidentemente il tuo modo di correre e le tue motivazioni sono completamente diverse dalle mie e di molti dei frequentatori di questi blog. Reponsabilita'? Paraculi? Io sono un amatore (che ci mette dell'agonismo ma amatore resto), e cosi tanti altri qui in giro. Io questa gente la incito comunque e mi complimento comunque. Se sbagliano un risultato cerco al massimo di spronarli a fare meglio. Cricare? Per cosa scusa? Dovrei criticare una persona per i risultati avuti nel fare la sua passione?
Guarda che Rigo PRIMA E' un GEOMETRA .. poi e' un podista .. la CARLIN prima e' un avvocato e poi una podista, etc... li dovrei criticare? Li critichera' il loro allenatore o la loro coscienza (podistica) se saltano un allenamento o non si preparano a dovere.

Tu sbuchi sul mio blog e mi dici, dopo una mezza "te lo avevo detto hai fallito miseramente" ma chi sei scusa? So perfettamente da solo come ho corso ogni gara, cosa posso migliorare. Il blog serve per scambiare idee e condividere una passione. Ci si da consigli non ci si dice "hai fallito miseramente". Mi dispiace MGunzu, tu corri, fai bene e ti auguro una lunga carriera da amatore (immagino tu sia un amatore come noi) ma le nostre mentalita' sono agli antipodi.

Quelli che chiamo "elogi a cani e porci" sono semplice solidarieta' fra podisti. La sfida non e' nel blog a chi ha fatto 2h42 invece che 2h41, come pare che interessi di piu a te, almeno pare. La sfida e' sulla strada, ed e' con se stessi. Chi viene qui a dire ho fatto 10' in meno di quello che dovevo, la "sconfitta" se l'e' presa gia', non c'e' nessun bisogno che qualcuno gli dica "non vali" "vali meno" .. a che fine scusa? Comunque, e' attitudine personale, io la vedo cosi.

Infatti il problema fra me e te sul "valgo questo valgo quello" e' solo sul modo di usare le parole. Io mi preparo per migliorare il mio tempo e parto ad un certo ritmo per una maratona perche' penso di valere quel tempo. Altrimenti sarei stupido a partire con quel ritmo. A parte che errori di valutazioni ne fanno tutti, pacifico, io quando ho pensato di valere 2h36' sono partito a 3'41", per esempio. Ma non vuol dire che mi considero gia' uno con un PB di 2h36. Se uno non considerasse di valere piu del suo PB correrebbe sempre troppo piano per battersi. Io lo chiamo stimolo a migliorarsi, non ho mai preteso di cambiare il mio PB in uno piu' basso prima di farlo. Ne abbiamo parlato anche nel mio blog, la cosa e' facile. Se ho 2h41 in una maratona 4' piu lenta di una piatta, mi sono allenato meglio, tutti i parametri verificabili mi dicono che sto meglio, penso di valere 2h36, ho fatto i miei bei lunghi a dovere. Alla partenza di una piatta e parto per fare 2h36, punto. E' ovvio che il mio PB e' 2h41 finche' non correro piu veloce. Ma che problemi hai con
me che dico di pensare di valere 2h36? Mica ho scritto
che ho fatto 2h36 e non era vero.
Se a te da fastidio leggere che io scrivo "valgo 2h36'" il problema e' tutto tuo Mgunzu, lavoraci sopra, ne avrai giovamento.

Per le altre cose:

- Non ti preoccupare per il mio peso, appena perdo peso mi mettero a correre forte, d'accordo? Poi io sono gia' il lottatore di Sumo piu veloce della terra, piuttosto tu stai attento, metti che una volta ti fai battere da un lottatore di Sumo .. sarebbe un affronto difficile da sopportare vista la tua mentalita' cosi compatitiva.

- Io corro da 2 mesi seguendo i consigli del fisioterapista, ed infatti ma mia tendinite e' quasi sparita. E comunque mi prendo i miei rischi, sempre
seguendo quello che mi dice la fisioterapista. Mi
sto fidando di lei, potrei sbagliarmi. Se domani
mi rompo il tendine d'achille sono affari miei
MGunzu, di che ti preoccupi?

- Compara il fisico di un podista di lunghe distanze dopo 3 anni di attivita e dopo 15 anni. Il fisico e' meno usurato all'inizio, e' questo non e' vero? Non ho mai scritto che e' impossibile infortunarsi all'inizio.

- Potenziale vuol dire potenziale, non il massimo che puoi fare in giornata. Tu Mgunzu credo hai corso in 2h41 magari il tuo potenziale possa essere 2h35 o 2h30 o 2h40 (con gli adeguati allenamenti etc..) Ovvio nessuno sapra mai il tuo potenziale con precisione. Io mi sono fatto l'idea che quello di Rigo non sia 2h33, ma meno, di diversi minuti, anche fra 5-10 minuti in meno di adesso. Mentre credo che Gebre dal suo potenziale sia oramai a pochi secondi. Potra' limare 30 secondi, 60? ma il suo potenziale oramai lo ha limato. Tutto qua.

- Rigo evidentemente se ne fraga di correre la maratona in 2h29' e poi non fare la 100. Chiedi a lui. Certo immagino che sarebbe contento di fare 2h29' in maratona, ma ora a quanto pare gli interessa di piu fare 6h59' nella 100. Sono scelte.

- Che Grillo sia il mio Idolo lo dici tu, perche' come ti dicevo in altri commnenti pensi di sapere tutto. Soluzioni Anarchice? Di cosa parli Mgunzu? Informati prima di parlare, proporre liste civiche per le elezioni amministrative e' anarchia? Ti rendi conto di quello che dici? Vota SB e stai tranquillo, noi tanto non siamo nessuno.

ps: Ti sei davvero stancato come dici? allora Ciao, sentiremo la tua mancanza.

Mark, scusa per questa occupazione abusiva del Blog!

Anonimo ha detto...

Penso ci sia un'unica conclusione a tutta queste affermazioni più o meno sensate: Tutti gli atleti non professionisti del vostro calibro sono da ammirare! Ognuno fa i suoi sacrifici chi in un modo chi nell'altro, chi più chi meno, TUTTI! Avere l'onore di vestire la maglia azzurra, in qualsiasi disciplina, è il massimo riconoscimento di ordine sportivo e morale per qualsiasi atleta...e fino a qui penso nessuno abbia dubbi!

Inoltre bisogna pensare che tutti gli atleti, e quelli delle ultra in particolare, quando si allenano e gareggiano, hanno un principale grande rivale: SE' STESSI!!
E' un rivale bastardo perché conosce benissimo i tuoi limiti e non puoi imbrogliarlo...neanche con miscugli magici!!
E poi, a casa mia, una persona è innocente fino a che non si dimostra il contrario!
Mia moglie ha approcciato le ultra due anni fa e ogni mese era un nuovo primato anche se casa, figli, lavoro, marito di certo non la aiutavano...vi posso giurare, non prendeva, neanche "recuperi" specifici...si è vero, è ad anni luce da tutti gli altri nostri amici, ma ha anche qualche annetto in più sulle spalle (speriamo non mi legga...)
Ah, gli infortuni si, arrivano a tutti, ma nei modi più impensabili...mia moglie è caduta dalle scale (niente a che fare con l'allenamento)...la Radcliffe si è infortunata per troppo carico...ma penso si stia parlando di altre situazioni...un po' estreme!!
Qui concludo...ribadisco che non ha senso dare replica ad accuse infondate...cerchiamo di "commentare" in modo costruttivo perché penso che tutti gli atleti hanno lo stesso obiettivo in comune: divertirsi, crescere, condividere.
nicola tiso

Daniele 91 ha detto...

Ovviamente quando dico Bolt,Gebrselassie...dico volutamente una grandissima cazzata.Voglio solo far capire che non è così automatico che uno che corre la Maratona in 2h10'-2h15'poi faccia la 100 Km in 6h30'o sotto.Infatti la 100 Km necessita di una preparazione specifica per poter essere ben affrontata oltrechè dell'opportuna predisposizione mentale a stare sulla gambe per 6h.
Su come si prepara una 100 Km a un certo livello potete attingere alla preparazione di Marco ai mondiali 2008 qui pubblicata oppure andare ad esempio sul sito del Passatore dove c'è una serie di articoli interessanti di Orlando Pizzolato che spiega come sulla base della preparazione a una Maratona primaverile poi si possa inserire quella più specifica per la 100(dove inserire i lunghi di 70 Km).Un pò quello che ha fatto Marco nel 2008 preparando la Maratona di Treviso del 30 marzo dove ha fatto il suo primato personale in 2h28'arrivando 14esimo e poi,dopo un pò di reciìupero,ha inserito nei due mesi successvi quegli allenamenti fondamentali per fare bene una 100 Km quali appunto i lunghi di 60-70 Km(Marco ha fatto anche una gara di 6h00'il 19 Aprile dove ha corso quasi 90 Km esatti).

Daniele 91 ha detto...

Cioè prendiamo un maratoneta da 2h10'.Se vuole provare a cimentarsi nella 100 Km deve apportare delle modifiche nella propria preparazione che gli possano consentire di fare bene nella 100 Km,cosa che comporta anche un pò di rallentamento sulla maratona,dove non farà più 2h10'ma diciamo 2h15'.Inoltre non è una cosa immediata ma richiede una lunga specializzazione e verifica delle proprie attitudini o meno per la 100.Chiuso

Daniele 91 ha detto...

Per chiudere cerco di spiegarmi definitivamente con un esempio pratico:prendiamo un maratoneta da 2h07'e un maratoneta da 2h17'.Chiaro che se si allenano ugualmente bene per una 100 Km quello da 2h07'probabile che faccia il record del mondo(corre vicino alle 6h00')quello da 2h17'corre vicino alle 6h20'-15'(si può applicare un coefficiente di 2,7 circa per il tempo Maratona).Però se l'atleta da 2h17'si allena al meglio per la 100 Km e quello da 2h07'non fa niente di specifico è probabile che arriva prima quello da 2h17',tutto qua.Poi sul fatto che il livello degli atleti sulla 100 sia molto più basso rispetto alla Maratona non ci piove,penso dipenda soprattutto da un fatto economico oltrechè di prestigio della gara(del resto l'ultramaratona non è nel programma olimpico)ma non credo che se ne possa fare una colpa a Marco.

Daniele 91 ha detto...

ops,leggendo il precedente post di Marco(precisazioni)mi sono reso conto della inesattezza di quanto ho scritto sopra.O meglio sull'eccessiva avventezza nel dare riferimenti così certi per la 100 partendo dalle prestazioni in maratona.

Daniele 91 ha detto...

Molto più giusto quello che 3 post fa

Daniele 91 ha detto...

E invece,dopo una serie di indagini,confermo più quello che ho scritto tre post fa da questo.

Daniele 91 ha detto...

Insomma molto difficile fare paragoni tra le due gare(42 e 100)per diversi motivi e da diversi punti di vista