RICORDI DI UN MONDIALE

4 agosto 2008

IL 2009

Sembrerà strano che con una gara importantissima da disputarsi nel 2008 come i campionati del mondo sui 100 km a Tarquinia io pensi già alla stagione prossima.
Eppure per me è fondamentale avere degli stimoli anche a "lunghissimo" termine.....per questo guardo già anche al 2009.
E devo dire che, per come si sta impostando il calendario delle gare e soprattutto degli impegni "titolati internazionali", il 2009 lo vedo proprio "male"!
Innanzitutto hanno assegnato i prossimi campionati del mondo sui 100 km alla "Night of Flanders" (la notte delle Fiandre) a Tourhot in Belgio il 19 giugno.
Questa data è particolarmente "nefasta" perchè vuole dire "niente Passatore" (che è solo 3 settimane prima).
Purtroppo "sembra" che anche l'anno prossimo, campionati mondiali e campionati europei, saranno in un'unica manifestazione (cioè in Belgio....).
Questo "calendario" significa che per l'autunno 2009 non ci saranno gare sui 100 km veramente stimolanti..... e senza stimoli trovare la voglia di faticare negli allenamenti diventa ancora più difficile.
Io non sono uno che gareggia tanto.... Non mi piace fare gare tanto per farle, preferisco allenarmi in vista di avvenimenti che mi "stimolano" di più....e nel 2009, in autunno, non ne vedo proprio (a parte la solita maratona di Venezia).
In più la gara in Belgio è per buona parte al buio, in mezzo ad una campagna dove non c'è nessuno che ti incita....al massimo qualche mucca! Si sviluppa su di un circuito da 10km da ripetere una volta e un circuito da 30km da fare 3 volte. Arrivi verso le 03 di notte in una piazza strapiena di gente "letteralmente ubriaca" con il sindaco che ti accoglie (nel 2006 era il più ubriaco di tutti!)....

Le cose che mi piacciono meno di questa gara sono due:
- L'impossibilità per i vari accompagnatori di seguire la gara (se va bene vedono partenza, 3 passaggi e arrivo).
- Il correre di notte...quando corro al buio mi sembra sempre di andare fortissimo ed invece vado più piano di quello che penso!

In questa gara ho esordito in nazionale nel 2006, quella volta valeva come campionato europeo, mi classificai 13° (primo degli italiani) in 7h05'29", era la mia seconda 100km.

Inoltre, a parte il Passatore, i mondiali al 19 giugno, vogliono dire anche niente Pistoia-Abetone (che mi sarebbe piaciuto rifare dopo l'esperienza del 2007).
Tante gare "belle" troppo vicine tra di loro in primavera (dove però la scelta è già obbligata.....i mondiali) e niente in autunno.
Che faccio??? Penso già al 2010???

P.S. A proposito di Passatore....sarò curioso di vedere che decideranno di fare nel 2009 alcuni miei compagni di nazionale.....se accetteranno la convocazione o se opteranno per la Firenze-Faenza (dove i russi e gli italiani più quotati non ci saranno) adducendo i soliti problemi di ferie che non hanno al lavoro (in Belgio la trasferta dura 3 giorni......).

7 commenti:

Andreadicorsa ha detto...

Caro Marco, nel 2009 piuttosto che vincere al Passatore con nessun avversario di livello, preferirei senza dubbio partecipare ai mondiali in Belgio. Non ne ho ancora fatto uno ma se mi convocheranno io in Belgio ci andro' sicuramente anche se mi dispiace un casino non potere correre di nuovo alla Firenze-faenza dopo aver fatto una buona esperienza nel 2008. Anche a me piace allenarmi avendo in testa un obiettivo ben preciso su cui concentrarmi, non avrebbe senso allenarsi così tanto solo per fare... Quindi se andrà tutto per il verso giusto per me 2009 Belgio e New York, e nel 2010 di nuovo Passatore.
Stammi bene!!!!

Marco ha detto...

Ciao Andrea,
lo sai che a New York nel 2009 stavo pensando pure io?? Non l'ho mai fatta e potrebbe essere l'anno giusto! Gara nuova e stimoli nuovi!
Il riferimento alla nazionale è perchè in passato è già successo che qualcuno abbia rinunciato alla maglia azzurra per fare il Passatore.
Qualcuno ha rinunciato già tre volte alla convocazione per problemi di ferie....ma al Passatore non è mai mancato/a!
A presto!

Andreadicorsa ha detto...

Se pensi di fare l'esperienza di NY credo che ti rimarra nel cuore per tutta la vita, forse non a livello del Passatore o del mondiale, ma siamo li vicini. Personalmente non ho mai corso una maratona dove il pubblico ti sospinge con il suo incitamento dal primo all'ultimo metro senza sosta. L'atmosfera è particolare e tutta la città e' in festa per la corsa per tutta la settimana. Poi credimi passare il Queensboro bridge e scendere nella 1'avenue ti fa venire la pelle d'oca alta un mettro, sembra di entrare a San Siro per una finale di Champions League.E' una cosa fantastica. Io ci sarò sicuramente nel '09.... come sai mi ero iscritto anche quest'anno ma ho dovuto rinunciare (ma sono contento)

Marco ha detto...

Ciao Andrea,
quello che mi hai raccontato mi sta convincendo ancora di più a fare questa esperienza.
Prima o poi la devo fare ed il 2009sembrerebbe l'anno buono.

monica ha detto...

non è affatto una cattiva idea quelladi NJ...quasi quasi un pensierino ce lo faccio pure io!!
quanto al compionato italiano e agli impegni con la nazionale...forse da parte di qualcuno ci vorrebbe un po' più di attenzione nelle assegnazioni, in modo da non far accavvallare gli impegni; non pensate??

Simone ha detto...

Marco, magari un autunno senza 100 e con qualche maratona piu spinta di puo dare stimolo e gambe per preparare ancora meglio le 100 del 2010, passatore su tutte ovviamente.

Di sicuro mi unisco ad Andrea nel dire che New York ne vale la pena, é vero che é una gran macchina da soldi e questo magari stride con il movimento della corsa, peró alla fine devo dire che é una magar memorabile. Io l'ho fatta l'anno scorso e nonostante l'abbia corsa male soffrendo tutta la seconda metá mi sono riiscritto a torneró quest'anno.

...quanto mi piacerebbe dire io ci saró al passatore 2009 ... certo sarebbe un peccato farla senza tutti quei nomi che stanno facendo grande la 100 italiana ... correre (ndr: o almeno partire) con certa gente é di grande stimolo e ispirazione .. ma é facile che io posponga al 2010!

Marco ha detto...

Ciao Simone, infatti mi sa che seguirò questa strada, qualche bella maratona tirata e New York su tutte......
Anche se, per l'agosto del 2009, ho in mente "una pazzia"....avevo fatto una specie di voto se a novembre succederà una certa cosa....poi, quando mia mamma era in camera operatoria dopo l'incidente stradale, mi sono ripromesso che, se fosse andato tutto bene, quella cosa l'avrei fatta lo stesso, anche se a Tarquinia il mio desiderio non si dovesse avverare!
E' andato tutto bene quindi.....mi tocca! Se poi si esaudisce anche l'altro desiderio (Tarquinia) ancora meglio....farò andata e ritorno!