RICORDI DI UN MONDIALE

29 settembre 2008

COME MI SONO DIVERTITO!


Ecco un veloce resoconto della mia maratona di ieri, la Lake Garda Marathon.
Come è andata tanti lo sanno già.....benissimo! 3° assoluto, primo italiano in 2h30'35".
Per carità, al via non c'erano tutti gli africani che mi aspettavo e non c'erano nemmeno i migliori italiani che di solito partecipano a questo tipo di maratone (Zenucchi, Calcaterra, Barbi, ....) ma, arrivare sul podio, è sempre una bella soddisfazione anche se la qualità degli atleti al via non era pari alle attese o al valore degli organizzatori che sono stati bravissimi!

Del resto non sono salito fin sul Garda per cercare un piazzamento, ma semplicemente per correre una maratona a buoni ritmi in un contesto diverso, e quindi più motivante, che non fosse la mia solita "via Frassinelli".
L'idea, come avevo detto in un altro post, era di correre a 3'40" al km per fare un tempo intorno alle 2h34'-2h35'!
Del resto, avendo fatto il lunghissimo di 70 km solo 7 giorni prima ed aver corso dal lunedì al sabato precedente la gara, già 140 km con due lavori belli tirati e piuttosto lunghi (28 e 30 km)il martedì ed il giovedì, non potevo sperare di essere brillante.
Un medio "tirato" per 42 km poteva essere "sufficiente"!
Ed in effetti il ritmo tenuto nei primi km era più o meno quello!
Allo sparo Colnaghi è partito fortissimo mentre, con un'altra decina di atleti, abbiamo formato un gruppeto che si è messo a girare tra i 3'38" ed i 3'40". Con noi c'erano anche i due keniani che, visto il distacco che stava formandosi dal primo, ad un certo punto si sono detti qualcosa in swaili e sono partiti come razzi.
Il percorso era un continuo falsopiano, avvolte su e avvolte giù! In certi tratti, nella prima parte di gara, c'era anche un bel vento contro che "rallentava" un po' ma aveva il vantaggio di tenerci "freschi", per fortuna che poi, tornando verso Malcesine lo abbiamo anche avuto a favore!
Quando i due keniani sono partiti, il gruppetto si è sfaldato, soprattutto per "colpa mia" che ho "leggermente " accelerato, siamo rimasti prima in 5 e poi in 2.
Con il mio compagno di corsa (Ioan Vaida, un italo rumeno che corre per l'Assindustria Padova), ci siamo messi su un ritmo leggermente sotto i 3'40" per diversi km.
Stavo bene, non facevo fatica a correre su quel ritmo, avevo però paura che con il passare dei km, gli allenamenti fatti nei giorni precedenti mi presentassero il conto con un calo improvviso.
A quella velocità sentivo che avrei potuto arrivare tranquillamente all'arrivo in buone condizioni.
C'era però anche la voglia di provare a giocarmi almeno il quarto posto e così, dopo il 15° km ho iniziato a fare dei parziali a 3'35"-3'36" per vedere come reggeva il mio compagno-avversario.
Reggeva bene! Siamo passati alla mezza maratona in 1h16'12", avevamo quindi una proiezione finale di 2h32' che per me e le mie aspettative prima della partenza, era decisamente un buon tempo.
A metà corsa mi sono sentito particolarmente bene, ho iniziato a correre imponendomi di spingere un po' di più ma sempre con "margine".
Ho inanellato una serie di 3'30" al km (e spesso anche sotto) fino al 31° km quando Vaida è decisamente saltato.
Stavo proprio bene! Quando si è staccato, mentalmente mi sono sentito ancora più rilassato e ho continuato a spingere sui quei tempi.
Il percorso continuava a presentare continui leggeri falsipiani sia in su che in giù. Per fortuna che il vento, seppur leggero, era diventato a favore.
La gente lungo il percorso (davvero tanta!) mi diceva che stavo recuperando su quelli davanti ed infatti al 33° ho visto da distante, la sagoma di Colnaghi.
A quel punto non potevo più tirare i freni e ho piazzato 3 km a 3'28" per andarlo a riprendere.
Al 36° km l'ho raggiunto....era veramente "preso male", all'arrivo mi ha detto che si era sentito poco bene e aveva vomitato al 30°. Si vedeva che non stava bene, probabilmente, senza quella crisi, non lo avrei mai raggiunto anche perchè è un maratoneta che vale tempi sotto le 2h25'.
Una volta superato, per la paura di una sua reazione ho continuato sul piede dei 3'30"-3'31" al km.
Ho capito che avrei fatto un tempo decisamente buono per il mio momento di preparazione e soprattutto per il tipo di lavori che sto facendo in vista di Tarquinia.
Ho continuato a spingere sempre tenendomi un po' di margine ma dopo il 41° km, che era tutto in leggera salita, fatto a 3'39" ho capito che era fatta per il podio; l'ultimo km l'ho corso a 3'22" (ma era quasi tutto in discesa, a parte un giro di boa a 400 metri dall'arrivo) e mi sono gustato un po' gli ultimi 195 metri (anche perchè sotto le 2h30' avevo visto che non ci andavo).
Seconda mezza maratona in 1h14'23".
Ch dire di più? Bello! Un bell'allenamento, corso molto più veloce del previsto ma facendo meno fatica del previsto, un piazzamento inaspettato e una gran bella giornata!
Ora 4 giorni di scarico, fatti tutti di corsa ovviamente, pochi chilometri e niente ritmi per poi riprendere per altre 3 settimane abbondanti di preparazione intensa con due lunghissimi di 60 km e la maratona di Venezia.
Le ultime due settimane saranno di "rifinitura" prima dei mondiali.

Un'ultima cosa......ieri grande Veneto nel ciclismo! I 3 davanti, Ballan, Cunego e Rebellin sono tutti veneti!
Ma soprattutto grande Italia.....9 atleti che hanno corso per un unico obiettivo e che si sono aiutati e sacrificati a vicenda.
E grande Bettini che, troppo marcato dagli avversari, ha lasciato via libera a quelli che l'anno scorso, ai mondiali di Stoccarda si erano sacrificati a loro volta per farlo vincere.

14 commenti:

Luca Piazza ha detto...

Grande Marco sono proprio contento per te!! Una bella gara corsa bene non solo con le gambe ma soprattutto con la testa. Non vedo l'ora di vedere cosa farai ai mondiali!! Ciao. Luca

monica ha detto...

la maratona del Garda è proprio una bella manifestazione.

i complimenti a Marco, che forse non tutti sapete da più di un anno è il mio allenatore, l'ho già fatti e sono quasi scontati...

sarà che ho corso praticamente in casa e che le condizioni climatiche erano ottime, ma anche io sono riuscita a correre sotto il tempo prefissato e senza fatica!

mi sono proprio divertita, come successe lo scorso anno!
ve la consiglio a tutti!

la fulminea running team ha detto...

beh mi son trovata dentro mentalmente alla maratona leggendo il tuo racconto,l hanno scorso c'ero anch'io alla lake garda marathon,conclusasi per me con tempi e modalita' diverse dalle tue(3e23e02)pero' mi ha colpito molto la grossa tenacia e organizzazzione mentale che usi in gara.saluti. bressdicorsa(the president)

Daniele 91 ha detto...

Bravo Marco,una bella sgarrata al motore in vista dei Mondiali di 100 Km.Speriamo che la tua condizione possa continuare a crescere da qui all'8 Novembre.Continua così!!

Andreadicorsa ha detto...

Bravo, bravo, bravo.
Non mi vengono in mente altre parole!!!
Brava, brava brava anche a Monica!!!
Allora domenica tutti in gita a Pescara?

Marco ha detto...

Ciao Luca e grazie per i continui complimenti.....ai mondiali spero di dare il meglio e di dare una soddisfazione agli appassionati di ultra.
Sarà dura perchè la concorrenza è tanta ed agguerrita ma....darò tutto! Arriverò al traguardo di Tarquinia senza una goccia di energia perchè le avrò consumate tutte per arrivare il più velocemente possibile.
A presto.

Marco ha detto...

Grazie Monica.....hai corso "benino" pure tu domenica! Sai che di complimenti non te ne faccio mai tanti, però.....brava! 2h46' con dieci giorni di laringite non è affatto male anche perchè ti ho visto arrivare veramente "tranquilla" e non affaticata.

Marco ha detto...

Ciao president,
grazie anche a te per i complimenti! Mi piace scrivere il resoconto delle mie gare perchè mentalmente le rivivo e, quasi quasi, riprovo le stesse emozioni.
In gara, ma anche in allenamento, la testa e la concentrazione sono "tutto" e servono tanto quanto buone gambe e un buon cuore.
Ci sei anche tu a Venezia? Spero di si che così ci rivediamo! Buona giornata.

Marco ha detto...

Ciao Daniele,
speriamo che vada proprio così! Che la condizione cresca ancora....se sarà così potrò affrontare il mondiale veramente fiducioso di cogliere un buon tempo e magari un buon piazzamento.
Buoni allenamenti.

Marco ha detto...

Ciao Andrea,
ti rinnovo i complimenti per la bella prestazione in maratona a Berlino: 2h33' è un ottimo tempo e spero ti dia fiducia per affrontare bene questo mese abbondante di preparazione da qui a Tarquinia.
Mi piacerebbe tanto andare a Pescara per fare quella maratona, soprattutto per l'invito che ci è arrivato da Di Cecco e Fattore.
Purtroppo non coincide con il programma di allenamenti che ho per questo week end (sbaglio o non coincide nemmeno con il tuo????)....il problema più grande è la distanza! Fare 10 ore di auto in due giorni è "stressante" anche se guida qualcun altro....Preferisco "perdere" quelle dieci ore per riposarmi e recuperare! Oramai non si può più sbagliare nulla per arrivare al top l'08 novembre.
Ci sentiamo, ciao e buoni allenamenti.

la fulminea running team ha detto...

ci si vede a venezia ,saro' presente per spararmi via un bel lungo da 42 in previsione della maratona dei 6 comuni il 23 novembre.ciao mitico

Alvin ha detto...

Ciao Marco...leggendo il tuo racconto mi son detto: ecco vedi un'altro buon motivo per correre più veloce, alla Lake Garda Marathon c'ero anch'io,il vento in faccia nella prima mezza l'ho avuto anch'io, tu correndo ai tuoi super ritmi hai fatto in tempo a fare qualche km con il vento alle spalle nella seconda metà,purtroppo come accade sempre qui nell'alto garda il vento verso le 11:30 gira e prende a soffiare da Nord a Sud...risultato? chi corre piano come me si è ritrovato il vento in faccia anche nella seconda metà!...correre forte paga sempre, complimenti e in bocca al lupo per Tarquinia!
se hai tempo e vuoi farti 2 risate leggiti il mio racconto sulla corsa qui:http://alvinmarathon.blogspot.com/2008/09/lake-garda-marathonil-racconto-di-un-pb.html

Marco ha detto...

Ciao Alvin,
in effetti da come soffiava contro nella prima parte mi aspettavo fosse più forte a favore nella seconda.
Comunque mi è andata bene lo stesso avendolo avuto per qualche chilometro anche alle spalle.
Grazie per l'in bocca al lupo per Tarquinia e in obba al lupo anche a te per le tue corse.
Vado subito a leggermi il tuo racconto.
A presto.

Gianluca Rigon ha detto...

Grande Marco, bellissima corsa. E grazie anche perchè a 1Km dall'arrivo mi hai ringraziato (!!!!) solamente perchè ti ho gridato : BRAVO ! BRAVO !
Sono io che ti devo ringraziare per l'esempio che mi dai ! In bocca al lupo per Tarquinia !