RICORDI DI UN MONDIALE

9 settembre 2008

E ORA IL RESOCONTO DELLA 6 ORE (O 4?)

Dopo l'ultimo post vi dovevo come è andata la gara durante il raduno.
Dovrei dire subito: MALE! Non l'ho finita!
Ma a mente fredda dico: BENE! Sono stato bravo.....a fermarmi!
Il circuito era un anello di 1337 metri, con due giri di boa di 180°, una salitella di 100 metri con pendenze del 3-4%, relativa discesetta e un vialone da fare in su e giù non propriamente piano, diciamo in leggera pendenza; era quindi decisamente "tosto" e impegnativo, non certo per fare grandi "misure".
La situazione ambientale era ancora più "impegnativa", 36° (da termometro sopra la farmacia della piazza, posta all'ombra) e un alto tasso di umidità.
Penso che se non ci fosse stata la gara, non sarei mai partito per correre con quel clima.
E di fatti, mi sono ripromesso di fermarmi se avessi iniziato a soffrire troppo a causa della calura.
Alle 14.20 siamo partiti; c'erano circa 130 iscritti, tra cui 7 atleti su 9 della nazionale dei 100km.
Abbiamo percorso un primo giro più corto di 784 metri per poi iniziare l'andi e rivieni per le vie del centro di Luco dei Marsi.
Siamo partiti tranquilli, tutti insieme (i 7 della nazionale) sul passo dei 4' al km, così per due giri, poi, chi aveva già programmato dei test più corti, ha iniziato a spingere di più.
Ho avuto la fortuna di correre con Marco d'Innocenti per le prime due ore; si viaggiava a 5'15"/5'17" al giro (3'58" al km)...... Correvo bene, non facevo fatica se non per la gran sete che avevo continuamente.
Bere ogni 5'15" era troppo poco, mi bagnavo le labbra anche con le spugne dello spugnaggio poco dopo metà percorso.
Poi mi sono dovuto fermare per 40" per un pit stop "pesante" in un bagno chimico e D'Innocenti, giustamente, ha proseguito con il suo ritmo.
Ho fatto il giro successivo a 5'11" (3'53"-3'54" al km) e poi mi sono rimesso in riga alla stessa velocità di prima.
Intanto qualcuno dei miei compagni di nazionale si era già fermato, anche qualcosina prima di quello che avevano programmato, soprattutto a causa del gran caldo.
Dopo 5 o 6 giri ho ripreso sia Marco che Andrea Rigo (partito un po' troppo veloce)....tutti e due erano piuttosto "stanchini" e appesantiti; normale lo fossero, ci si avvicinava alla maratona.
Io avevo ancora un buon ritmo e ho continuato a quella velocità.
Alla maratona sono passato in 2h47'17" (3'58" di media), ed ero in testa alla gara.
Poco dopo Marco D'innocenti si è fermato e siamo rimasti solo io e Rigo della nazionale dei 100 km a correre.
Incominciavo ad essere stanco, i giri di boa, la salitella ripetuta più volte ed il gran caldo si facevano sempre più sentire; mancavano ancora 3 ore e lì, ho incomiciato a ragionare sul fermarmi appena superati i 60 km.
E così ho fatto! Pur avendo quasi due giri di vantaggio su Andrea Rigo (all'incirca 12'-13'), dopo 4h03'18" e 60km913 ho optato per fermarmi.
Avrei potuto finirla? SI! Fino a quel punto stavo ancora correndo a 4'05" al km ma per terminarla avrei dovuto rallentare parecchio e comunque avrei fatto tantissima fatica per fare 85-86 km.
Il problema sarebbe stato poi il recupero...... Eccessivamente lungo, che avrebbe compromesso il resto della preparazione.
Comunque 60 km abbondanti, sotto i 4' (3'59,7"), a 36° umidi, con un percorso così, non è un brutto test.
Speriamo finisca di far caldo!

9 commenti:

Luca Piazza ha detto...

Visto il clima e il percorso e la tua situazione fisica delle ultime settimane mi e' sembrato piu' che un ritiro un grandissimo test! Grande Marco!!! Scusa una domanda che stavo facendo qualche calcolo...io, secondo il tuo parere, sono di serie L oppure M, visti i miei tempi sulle gare eh eh!!

Simone ha detto...

Sapere fermarsi e' un ottimo segno di maturita', e' vero che le lunghe distanze hanno una grossa componente del non saper mollare, ma farlo anche quando non ha senso, non e' molto utile!!!

In bocca al lupo per il resto della preparazione, ti tengo d'occhio ;)

la fulminea di corsa ha detto...

ti ammiro molto per la tua tenacia che cerco di usare da esempio nel mio piccolo,ciao by bress the president

Andreadicorsa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco ha detto...

Grazie per i commenti positivi ragazzi.
Ora mi attendono altri allenamenti belli tosti; speriamo di avere sempre "la testa" per affrontarli nel modo giusto.
Con questi "casini" che sono venuti fuori negli ultimi due giorni mi sono parecchio deconcentrato.
Luca, il tuo livello? Prova a chiederlo a Matteo, è lui che ha costruito questa graduatoria a fascie; con me è stato buono, mi ha messo in fascia B....anche la Juventus in Champions League è in fascia B, mentre la Fiorentina (la mia squadra) è addirittura in fascia D.....
Comunque mi sono ripromesso di finirla qua con questa storia e qua la finisco!
Ciao a tutti e grazie ancora.

Andreadicorsa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andreadicorsa ha detto...

bene, allora da ora in poi si parla solo di allenamenti e gare!!!
w il podismo, w la 100km!!!

la fulminea di corsa ha detto...

che esercizi specifici potrei fare per abbassare la mia frequenza cardiaca? conta che in maratona arrivo al 30esimo che ne ho 176-180 e poi a fine gara vomito sempre.grazie ,ciao da bress

giovanni56 ha detto...

ciao, ho scoperto solo ora questo blog, non sapevo che ne gestivi uno, altrimenti quello che ho scritto qua http://giovanni56.blogspot.com/2008/08/marco-boffo.html te lo avrei detto direttamente.
Metti da parte le polemiche, fanno solo male, tanto non te ne viene in tasca nulla (è una battuta! in tema)
Pensa solo a correre, e fallo più veloce degli altri.
In bocca al lupo