RICORDI DI UN MONDIALE

23 giugno 2009

SPIEGO LA MIA ASSENZA!

E' passata una vita da quando ho scritto l'ultimo post nel mio blog.
Mi sono "eclissato" per tutta una serie di motivi che ho ritenuto, e ritengo tutt'ora, più che validi.
Primo fra tutti, l'idea crescente che, una comunicazione fatta in modo virtuale e verso persone che non conosci e che non ti conoscono, sia quanto mai problematica e portatrice di incomprensioni e tensioni inutili.
Negli ultimi mesi è scoppiata la mania di facebook, dei social network, delle chat..... in pratica ci si conosce, si fa amicizia, qualcuno addirittura si "fidanza" senza sapere chi hai dall'altra parte della tastiera.
Onestamente trovo questa cosa estremamente "strana" e lontana dal mio modo di pensare un po' all'antica.
Quando ho aperto il mio blog, l'ho fatto per avere una memoria storica dei miei pensieri e delle mie gare, una specie di diario personale; sapevo che sarebbe stato leggibile anche da altri e questo non mi dispiaceva.
Lo scambio di commenti e saluti era una cosa che inizialmente mi divertiva, ma che in seguito mi ha creato qualche fastidio soprattutto perchè alcuni si sono permessi di esprimere giudizi senza alcuna conoscenza diretta delle cose che raccontavo e soprattutto senza conoscere me direttamente.
Questo non è avvenuto solo nel mio blog ma anche in siti molto più frequentati (podisti.org, podistidoc.it,....) dove si scrivono cose, o meglio, cattiverie, senza una documentazione precisa, senza essere stati presenti all'evento in questione, senza conoscere le persone di cui si parla.
Si scrive solo per "deduzione", perchè si vuole apparire "bravi e competenti" quando non lo si è, per fare screditare persone che non stanno troppo simpatiche o per fare i propri interessi.
Si leggono cronache di gare fatte basandosi sui passaggi segnalati su internet, senza essere sul posto, senza chiamare al telefono chi sul posto c'era, senza chiamare chi ha corso, in pratica senza una documentazione precisa di come sono andate le cose in realtà, prima, durante e dopo la gara.
E quello che queste persone scrivono è Vangelo per chi legge.... e giù a commentare!
Commentare cosa? Una realtà artificiale inventata di sana pianta per far apparire le cose diverse da come sono per motivi strettamente personali.
Assurdo!
E' stata quella la molla che mi ha spinto a non scrivere più nulla e a sparire!
Meglio pensare solo a correre e ad allenarmi, a vivere interiormente le mie emozioni e le mie cose senza renderle pubbliche se non a quelle persone che mi vogliono realmente bene.
Ovviamente non c'è solo del negativo nel comunicare "on-line", sennò avrei già chiuso il blog; da qui in poi cercherò di "estrapolare" solo le cose positive di questo mezzo di comunicazione come ad esempio la possibilità di raccontare attraverso le mie esperienze come vivo la corsa e l'ultramaratona in particolare, nella speranza di far crescere sempre di più il nostro sport.
Forse, nei prossimi giorni, racconterò qualcosa del mondiale che ho corso venerdì notte in Belgio; sto ancora ordinando le idee e vivendo interiormente le fortissime emozioni che ho vissuto durante la preparazione all'evento, durante i giorni antecedenti la gara con i miei compagni di nazionale, durante la gara, nei giorni successivi e che sto assaporando anche ora.

15 commenti:

Daniele 91 ha detto...

Ciao Marco,bentornato!Si,effettivamente a volte chi ha scritto commenti su questo blog lo ha fatto per lanciare delle cattiverie gratuite nei tuoi confronti dicendo cose assurde e addirittura firmando col nome di qualcun altro(nel caso specifico io)che era solito sostenerti per provare a ferirti ancora di più.Quindi,i motivi per cui in questi mesi non hai inserito post in questo blog sono validissimi.Peccato solo non aver potuto leggere nulla sulla tua preparazione per i Mondiali di Torhout.A giudicare dal risultato ottenuto deve essere stata una preparazione pressochè perfetta.Complimentissimi per la grandissima prestazione e per le medaglie(quella individuale e quelle a squadre)conquistate!

GIAN CARLO ha detto...

Super Complimenti per la gara.

Per il Blog non è male se oltre a leggere le storie raccontate da noi pippe c'è la possibilità di leggere anche storie di chi, come te, corre sul serio !

runners per caso ha detto...

Ciao Marco,
innanzitutto complimenti per la tua superba prestazione in belgio, la tua quella di Monica e quella di tutti e dico tutta la nazionale uno /a per uno/a ..siete stati immensi e grandi. Sono cose che avrei dovuto scrivervi in privato cosa che faro' quanto prima ..questo è un periodo nero per me nel senso che ho poco tempo e anche io faccio comarizioni fugaci anche sui miei stessi siti e forum da me gestiti. Non sono nessuno, sono semplicemente una che ha solo tanta passione. Condivido con te tutto quello che hai scritto in particolare nella prima parte, in effetti anche io aspettavo che tu scrivessi due parole, ma dentro ho immaginato che forse tu volevi il silenzio al troppo rumore e che tante cose che erano state scritte a destra e a manca, nonche' qui sul tuo piccolo grande spazio, ti avevano dato fastidio e speso energie che andavano convogliate in altre direzioni.
Anche io nel mio piccolo vi ho seguito in "diretta" e sono andata a dormire la mattina ..è ovvio che non si sa che cosa prova cvhi a distanza di migliaia di chilometri sta provando, sta vivendo, fatiche, sudore..di tutto di più.
I risultati poi sono solo freddi numeri che non la dicono su quello che uno vive dentro, emozioni e tutto il resto...
personalmente non lo faccio ne' perche' ho uno sponsor che mi chiede lo share che produco ne' altro..ne' perche' i commenti e i litigi, lo speculare sui sentimenti altrui produce piu' share e tutto quello che hai scritto tu.. la mia è solo la passione, ma so bene che per tanti altri non è cosi.. chi mi conosce sa che sono schietta sul web cosi come nella vita ..e non ho nessun altro secondo fine ...

è bello leggerti, è bello poter scrivere qui, nel rispetto, è bello poter leggere e apprezzare un campione, una persona che ha faticato tanto e fatica tutti i santi giorni come qualsiasi altra persona. E' bello e viviamo delle vostre emozioni che riuscite a trasmetterci.
Tu, Monica, Giorgio, tutti gli altri ragazzi ..uomini e donne..la IUTA, lo staff della nazionale ci avete regalato emozioni, sogni..
grazie a te, a Monica ..grazie a tutti voi uno per uno.. ma sopratutto gustati il tuo momento di grandezza, ormai sei nella storia del nsotro amato sport e niente puo' scalfire e scalfirvi questo momento, per non dire che, avendo letto qui tempo fa tante cose brutte al tuo indirizzo, questa è la piu' bella risposta che tu potessi dare..
grazie Marco...continua cosi
tanti di noi che abbiamo avuto il paicere di conoscerti e conoscervi, apprezzarvi prima come persone e poi come atleti, pur vivendo a centinaia di chilometri di distanza, hanno nei tuoi e vostri confronti immensa stima e affetto ...sincero, pulito disinteressato...

con affetto e stima
Denise Quintieri

Diego ha detto...

Grandissimo BOFFO !!!

P.s. non vedo l'ora di leggere il racconto dei mondiali !

Andreadicorsa ha detto...

Grande Marco, ti ho già battuto le mani sulle spalle mentre correvi a Torhout! Non occorre che ti faccia di nuovo i complimenti, sei stato semplicemente un grandissimo.
Aspettiamo tutti con ansia il tuo post relativo alla gara

Lucky73 ha detto...

Non fa una piega! Aggiungo che è bello leggere e imparare da top runner come te quindi restiamo tutti in trepida attesa delle estrapolazioni positive!

Cercherò naturalmente di estrapolare anche io per migliorare sempre di più :-))

Complimenti e in bocca al lupo per tutto!!!

Anonimo ha detto...

Ho appena scoperto il tuo blog...bravissimo. Con l'intervista che hai rilasciato dopo il Passatore 2008, mi hai dato l'idea di una persona perbene, rispettosa e consapevole dei propri ma soprattutto altrui valori (G.Calcaterra). Complimenti! Pinorun.

franchino ha detto...

Ciao Marco, immaginavo che il tuo non scrivere più sul blog fosse stato anche causato dai commenti velenosi che ti erano stati fatti.
Sono molto contento che nonostante ciò tu abbia corso degli ottimi mondiali e se vorrai renderci partecipi della preparazione e della gara ne saremo tutti felici!

Ciao!

Danirunner ha detto...

Bentornato Marco e curati solo delle persone che ti vogliono bene e che ti stimano attraverso i tuoi racconti! A queste persone sei mancato sicuramente!
Complimenti per il mondiale!!!

Anonimo ha detto...

Ricordo ancora il tuo grande sconforto un'anno fa...e poi il seguito di stupide e e sciocche polemiche di chi probabilmente la bocca la deve aprire perchè sa di averla e con qualche cosa deve riempirla.
Immagino che deve essere stato un anno intensissimo, mentalmente e fisicamente ma come si dice .... il tempo è galantuomo e quanto fatto in Belgio da parte tua ne è l'ennesima testimonianza.
I detrattori si mettono a tacere non con le parole ma con i fatti.
Non dirlo, rimani signore e superiore, ci pensiamo noi a ricordalo....a qualcuno..cosa hai fatto.
Fatti non parole.
Grande Marco e ora tutti in piedi per un grande ,immenso, applauso.

Bassa

MONICA ha detto...

sei stato SUPERLATIVO. non ci sono altre parole.
tutto è andato alla perfezione!

ANCORA BRAVO BRAVO BRAVO!

Simone ha detto...

Sicuramente leggeró con grande interesse il tuo racconto se vorrai metterlo sul blog.
Tanti amatori della maratona e ultra ne potranno trovare ispirazione e voglia di provare le stesse sensazioni.

Bravissimo nel preparare la 100, evitare i problemi che ti aveveno rallentato (ed anche fermato) in passato (crampi su tutti se non ricordo male)!!!

ti auguro altre 100 di queste 100 ;)

Simone.

Simone ha detto...

ps: sfrutto questo blog per un messaggio a Monica, non ci sono piu parole per definire te e le tue prestazioni, non ne sbagli una, sei proprio una roccia

Marco ha detto...

Un ringraziamento a tutti.
Siete stati tutti molto gentili nei vostri commenti e spero prima o poi, di conoscere di persona quei pochi di voi che ancora non ho avuto il piacere di incontrare.
Un atleta corre, si allena, si sacrifica soprattutto per il gusto di farlo ma anche perchè, manifestazioni d'affetto come le vostre danno una bella carica e una grossa soddisfazione che aiuta a continuare.
Grazie di nuovo, davvero!

Anonimo ha detto...

imparato molto